MAUTO Menu

Lancia Beta Spider “I serie” 1975

Collezione | Collection Stola

La Lancia Beta Spider fu presentata a marzo del 1974 al Salone di Ginevra aggiungendosi alla grande famiglia della Beta, fortunata serie   realizzata fra il 1972 e il 1981 anche nelle versioni Berlina, Coupé, Trevi, HPE e Montecarlo, per un numero totale stimato in 432.290 esemplari.

La Spider è una fra le più rare e particolari versioni, in quanto derivata dalla Coupé il cui disegno originale fu del grande stilista Lancia Piero Castagnero già creatore della famosissima Lancia Fulvia Coupé.

La particolarità della Spider è che lo stile, derivato appunto dal lavoro di Castagnero, è della Pininfarina e per la precisione dalla mano del grande Aldo Brovarone.

È curioso che le scocche grezze delle Beta Coupé erano trasportate dallo stabilimento Lancia di Chivasso a quello di Mazzo di Rho della Zagato dove li erano trasformate e assemblate, il segno di questo lavoro lo si trova nella copertura di gomma del baule posteriore ove è impressa una Z in un cerchio.

Questa Lancia Beta Spider presentata a Fuori Concorso a Villa Olmo è una rarissima prima serie 1800 cc del 1974 costruita in soli 225 esemplari e la particolarità sta nel fatto che non ha i due, sicuramente non gradevoli, tubi di rinforzo che collegano i montanti parabrezza con il roll bar, come invece è per gli altri 8.876 esemplari appartenenti alla seconda serie.

Anche il paraurti posteriore in acciaio inox, al centro presenta un assottigliamento per ospitare la targa di circolazione quadrata nera presente in Italia fino a quel periodo.

Questo esemplare qui esposto appartiene dalla prima immatricolazione alla famiglia Stola sin dal 1975 in tinta Beige Sahara, che tra l’atro fu il colore del lancio commerciale.

The Lancia Beta Spider was unveiled at the Geneva Motor Show in March 1974, adding to the large family of the Beta, a successful series made between 1972 and 1981 also in Sedan, Coupé, Trevi, HPE and Montecarlo versions, for a total estimated number of 432,290 units.

The Spider is one of the rarest and most distinctive versions, as it was derived from the Coupé, whose original project was signed by Piero Castagnero, a great Lancia designer who had already designed the very popular Lancia Fulvia Coupé.

The particularity of the Spider is that the styling, derived precisely from Castagnero’s work, is by Pin-infarina and more precisely by great Aldo Brovarone.

Strangely enough, the unfinished bodies of the Beta Coupe were transported from the Lancia plant in Chivasso to the Zagato plant in Mazzo di Rho, where they were transformed and assembled; the evidence of this work can be found in the rubber cover of the rear trunk, where the letter Z is en-closed in a circle.

This Lancia Beta Spider presented at Fuori Concorso at Villa Olmo is a very rare 1974 first series 1800 cc, of which 225 units only were built, and the peculiarity lies in that it does not have the two unattractive reinforcing tubes connecting the windshield uprights with the roll bar, as in the other 8,876 examples belonging to the second series.

The stainless steel rear bumper, too, has a taper in the middle to accommodate the square black registration plate used in Italy up to that time.

The unit exhibited here belonged to the Stola family from the 1975 first registration in the Sahara Beige hue, which by the way was the color of the commercial launch.