MAUTO Menu

Dal 14 aprile al 19 giugno 2022

La mostra L’automobile come opera d’arte: studi di restauro e conservazione intende illustrare le tendenze più avanzate in questo settore, attraverso l’esposizione di pregiati esemplari che il Centro di Restauro del MAUTO e collezionisti all’avanguardia hanno saputo valorizzare al meglio, associando alle tradizionali tecniche di ripristino delle automobili d’epoca le più avanzate metodologie applicate al restauro delle opere d’arte.

In mostra, nove vetture suddivise tra i RITROVAMENTI la Société Parisienne Victoria del 1903 e la Fiat 1500 Cabriolet Viotti del 1939; le vetture CONSERVATE – la Lancia Lambda del 1928 e la Lancia Augusta Coupé Stabilimenti Farina del 1934; le vetture IN FASE DI RESTAURO – la F.I.A.L. Legnano A 6/8 HP del 1908 e la Alfa Romeo Giulietta SZ del 1961; le  RESTAURATE – la Clément-Panhard VCP 3 HP del 1899, la Abarth 1000 Bialbero Record Pininfarina del 1965 e la De Dion-Bouton G Autotelaio del 1901.

In passato, le vetture d’epoca venivano sottoposte a interventi di restauro anche molto invasivi, che spesso modificavano radicalmente l’originalità del veicolo allo scopo di perseguire obiettivi puramente estetici. Negli ultimi anni, si è sempre più affermata la tendenza a conservare i veicoli nel loro stato originale, limitando gli interventi a quelli volti a ristabilire le idonee condizioni conservative della vettura, salvaguardando le sue caratteristiche al fine di preservare l’autenticità del veicolo e il suo valore storico. Il punto di forza di tale metodologia, adottata anche nel restauro degli esemplari esposti, è la fase iniziale, dedicata allo studio e all’analisi. Prima di compiere qualunque intervento sul veicolo, esso viene analizzato sotto ogni aspetto, in base alla documentazione storica, effettuando la ricerca e lo studio dei disegni tecnici originali; successivamente, vengono svolte alcune analisi scientifiche, con strumentazioni tecnologiche in grado di attribuire in modo preciso il periodo di costruzione della vettura e di ricostruirne la storia. In base a tali risultanze, e al tipo di restauro che si intende svolgere, che può essere di tipo estetico o funzionale, viene pianificata la parte operativa dell’intervento di restauro – sempre affiancato da ulteriori studi ed analisi per supportare le singole decisioni.

 

PRESS KIT 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi